I 9 superyacht degli oligarchi russi nel mirino delle sanzioni

Nei giorni scorsi, con le notizie sulle sanzioni che hanno colpito gli oligarchi russi, è emersa la flotta incredibile presente nei mari del mondo che appartiene alla cerchia di imprenditori vicini al leader russo Vladimir Putin. Una flotta del valore complessivo di circa 10 miliardi di dollari. Quasi il 50% di questa cifra è nelle mani di soli tre oligarchi: Abramovich, Usmanov, Melnichenko. Yacht degli oligarchi russi sono lussuosissimi, dotati di qualsiasi sistema di intrattenimento, di comunicazione, ma anche di sicurezza. Delle vere e proprie città galleggianti che, complessivamente, in media danno lavoro a circa 5000 persone di equipaggio.

Questi superyacht, di proprietà degli oligarchi russi, o sono ormeggiati forzatamente in quanto sequestrati o in navigazione verso approdi sicuri, soprattutto dopo che gli Stati Uniti e i loro alleati hanno preparato sanzioni sulle loro proprietà a seguito dell’invasione dell’Ucraina.

Di seguito vedremo alcuni dei principali protagonisti delle sanzioni europee, tra cui quelli che hanno subito i sequestri in Italia.

I 9 superyacht degli oligarchi russi

Secondo Financial Times, la Russia detiene circa 800 miliardi di dollari di risorse economiche, la metà delle quali all’estero. Quindi il Paese, i cittadini, possono contare su uno stato con un patrimonio all’incirca di 400 miliardi di dollari. Andando a leggere i nomi di alcuni di questi “mostruosi gioielli del mare” capiamo come l’egemonia economica sia concentrata nelle mani di pochi. Gli oligarchi russi presenti in questo articolo da soli (eccezion fatta per Putin) hanno patrimoni stimati da Forbes vicini ai 150 miliardi di dollari.

Questi pochi sono proprio uomini vicini a Putin che hanno potuto sfruttare adeguatamente le risorse principali del paese: materie prime e risorse energetiche. Dopo anni di benessere, ora questi oligarchi potrebbero vedersi ridotto drasticamente il loro patrimonio, proprio per le sanzioni che verranno attuate dagli stati membri proprio sui beni, tra cui i superyacht. Qualcuno di essi, a seguito dell’invasione della Russia in Ucraina, comincia a ribellarsi e chiede a gran voce la fine delle ostilità.

I dati esaminati dall’International Marine Traffic mostrano che almeno quattro superyacht di proprietà di leader d’affari russi si sono spostati nelle ultime ore verso il Montenegro e le Maldive. Questo è avvenuto in seguito all’annunciata ed ampia serie di sanzioni.

La flotta è stata riassunta in una grafica pubblicata dall’account Twitter @PutinIsAVirus. Questo account sta meticolosamente aggiornando il posizionamento geografico dei superyacht degli oligarchi. Tra questi alcuni sono anche in Italia, dal momento che il nostro Paese oltre ad essere famoso per le sue coste è anche leader nella costruzione manutenzioni di questi panfili.

9 superyacht degli oligarchi russi nel mirino delle sanzioni

LADY M – Superyacht di Alexei Mordashov

Superyacht di 52 metri del valore stimato di 65 milioni di dollari

Lo yacht ormeggiato ad Imperia è di proprietà di Alexei Mordashov, presidente di Severstal e la cui famiglia è considerata la più ricca di Russia, il cui nome compare nella black list dell’Unione Europea. Mordashov è un uomo d’affari ed è il principale azionista e presidente di Severstal, conglomerato russo con interessi in società metallurgiche, energetiche e minerarie.

Lena – Superyacht di Gennady Timchenko

Superyacht di 52 metri del valore stimato di 50 milioni di dollari

Non è escluso che la stessa sorte possa toccare anche a questo yacht ormeggiato al Portosole di Sanremo, appartenente a Gennady Timchenko, proprietario di Volga Group, amico da trent’anni di Putin, e considerato, secondo una recente indagine di Forbes, il sesto uomo più ricco di Russia.

Lena - Superyacht di Gennady Timchenko
Lena – Superyacht di Gennady Timchenko

Dilbar – Superyacht di Alisher Usmanov 

  • Superyacht di 156 metri dal valore stimato di 800 milioni di dollari

Alisher Burkhanovich Usmanov è un imprenditore del settore metallurgico, di origine Uzbeke che, secondo Bloomberg ha un patrimonio netto di 19.5 miliardi di dollari. Il suo yacht DILBAR, il più grande al mondo per volume, è stato sequestrato dalle autorità tedesche nel porto di Amburgo. Lo yacht di 512 piedi costruito nel 2016 è uno dei superyacht più grandi al mondo. Usmanov ha rilasciato una dichiarazione secondo cui la decisione del sequestro è “ingiusta e diffamatoria”.

Dilbar - Superyacht di Alisher Usmanov 
Dilbar – Superyacht di Alisher Usmanov

Eclipse / MY Solaris – Superyacht di Roman Abramovich

  • ECLIPSE yacht di 162 metri dal valore stimato di 1,2 miliardi di dollari
  • MY SOLARIS yacht di 139 metri dal valore stimato di 600 milioni di dollari

L’oligarca che ha la sua fissa dimora a Londra è soprattutto famoso per essere il presidente della squadra di calcio del Chelsea, società che è stata ceduta alla Fondazione Chelsea, poche ore prima dell’attivazione delle sanzioni europee. Di origine ucraine, Abramovich è tra i protagonisti delle trattative tra Russia e Ucraina. L’imprenditore di origine ebree ha già dichiarato che i proventi dalla vendita del Chelsea andranno alle famiglie colpite dalla guerra.

My Solaris - Superyacht di Roman Abramovich
My Solaris – Superyacht di Roman Abramovich

Il suo yacht MY SOLARIS, nei giorni scorsi è stato visto nelle acque antistanti il porto di Barcellona, per poi fare rotta in direzione Porto di Montenegro, dove le sanzioni non sono ancora applicabili. Infatti, il lungo processo di adesione all’Unione Europea, cominciato nel 2011, compirà il suo ciclo solo nel 2025. Invece l’altro yacht ECLPISE è stato avvistato ai Caraibi, ma molto probabilmente presto avrà un altro porto di destinazione.

Eclipse – Superyacht di Roman Abramovich – By Keld Gydum [3] / Picasa Page [4] – Mr. Keld Gydum’s Picasa Page [1] ([2]), Attribution, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=8689077
 


Sailing Yacht A / Motor Yacht A – Superyacht di Andrey Igorevich Melnichenko

  • SAILING YACHT A di 143 metri di lunghezza dotato di 3 alberi del valore stimato di 450 milioni
  • YACHT A di 118 metri di lunghezza dal valore stimato di 300 milioni

Melnishenko è un miliardario russo, proprietario della più grande azienda al mondo di fertilizzanti denominata EuroChem Group e proprietario della società petrolifera SUEK. Probabilmente è più famoso il suo yacht di lui in quanto spesso naviga nelle acque italiane.

Il Sailing Yacht A di Andrey Melnichenko
Il Sailing Yacht A di Andrey Melnichenko

Si trovava nei giorni scorsi nei cantieri Fincantieri di Trieste per manutenzione ordinaria, quando è stato bloccato dalle autorità italiane per applicazione delle sanzioni europee. Si dice che abbia un patrimonio personale di oltre 18b$. Oltre allo yacht a vela denominato A, è armatore anche del motor yacht A di lunghezza di 188 milioni di $.

 


Galactica Super Nova – Superyacht di Vagit Alekperov

  • GALACTICA SUPER NOVA yacht di lunghezza di 70 metri del valore stimato 80 milioni di dollari

Vagit Alekperov, presidente della Lukoil, la più grande compagnia petrolifera con sede in Russia, sta navigando con il suo yacht da Barcellona al Montenegro, dove dovrebbe arrivare nei prossimi giorni, secondo i dati sul traffico marittimo. Si dice che abbia perso negli ultimi 7 giorni il 40% del suo patrimonio personale, stimato sui 20 miliardi di dollari.

Galactica, lo yacht di Vagit Alekperov
Galactica, lo yacht di Vagit Alekperov

Clio – Superyacht di Oleg Deripaska

  • CLIO yacht di 73 metri di lunghezza del valore stimato di 65milioni di dollari

Secondo quanto riferito, il suo yacht è partito dallo Sri Lanka due settimane fa ed è diretto alle Maldive, dove dovrebbe attraccare presto. Deripaska non è estraneo alle sanzioni, essendo stato sanzionato già nel 2018 dagli Stati Uniti. “La pace è la priorità. I negoziati devono iniziare il prima possibile”, ha twittato Deripaska domenica.

Clio, lo yacht di Oleg Deripaska
Clio, lo yacht di Oleg Deripaska

Fuori da questa rassegna, il superyacht Gracefull di Vladimir Putin, dal valore stimato di 100 milioni di dollari.

  • GRACEFULL yacht di lunghezza di 80 metri del valore stimato di 100 milioni di dollari

E infine lo yacht dell’artefice di questa situazione, Vladimir Putin. Il presidente russo ha uno yacht di piccole dimensioni rispetto ai compagni oligarchi, ma comunque dotato di tutte le strumentazioni di sicurezza che ne incrementano il valore. Il superyacht di Putin ha lasciato Amburgo all’inizio di questo mese prima di terminare le attività di manutenzione; secondo i media tedeschi il presidente russo non è rimasto in Germania per la consapevolezza dell’impatto delle sanzioni della guerra che stava per scatenare.

Il super yacht di Putin, Graceful
Il superyacht di Putin, Graceful

Alberto Morici


NON PERDERTI I MIGLIORI ARTICOLI! 

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su