Rinnova la coperta con un alternativa naturale al teak: il sughero!

 

Se state decidendo di dare una rinfrescata alla coperta della vostra barca, probabilmente avrete le idee abbastanza confuse. Questo perché ormai esistono molte possibili soluzioni alternative al teak per il rivestimento della coperta, sia sintetiche che naturali. Una delle migliori alternative naturali è il sughero, come quello di MarineCork.

SCOPRI QUI IL SUGHERO LAVORATO APPOSITAMENTE PER LA NAUTICA

Teak: bellissimo, ma quanti svantaggi!

Se siete tra quelli che non possono rinunciare al look e al feeling tattile del teak vi capiamo, ma sappiate che anche installando una coperta nuova dovrete mettere in conto un bel po’ di manutenzione periodica. Lavare e dare olio al teak periodicamente, sostituire il comento in gomma quando si deteriora, carteggiare le zone dove il legno ha assorbito dei liquidi…con tutto ciò che questi lavori comportano in termini di tempo, fatica e costi. Insomma, il teak è un materiale esteticamente molto bello, però ha diversi “punti critici”. Per questo oggi, sempre più spesso, vediamo installare coperte realizzate in materiali alternativi su moltissime barche.

Così il sughero sostituisce il teak per la coperta

Se volete sostituire il teak con un altro prodotto naturale, la soluzione si chiama sughero. Questo legno, se viene lavorato nella maniera adeguata, è perfetto per l’utilizzo nautico, come dimostra MarineCork. Pressando il sughero, infatti, si ottiene un materiale estremamente resistente agli urti e all’usura, che non assorbe le macchie e che aumenta il grip quando è bagnato. Inoltre è estremamente leggero: pesa poco più di 2,5 kg/m², con uno spessore che varia da 6 a 8 millimetri.

Calcola il costo della tua nuova coperta in sughero

Per farti fare un preventivo su misura ti basta entrare nello stand di MarineCork alla Milano Yachting Week. Riempi il form mail inserendo i dati della tua barca per avere subito un’idea del costo per l’installazione della coperta in sughero.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sei già abbonato?

In evidenza

Può interessarti anche

Beneteau Gran Turismo 45 in rada

Ormeggio in rada: ecco gli accessori indispensabili

  L’ormeggio in rada è molto frequente d’estate, soprattutto quando si va in vacanza e si gira per cale e calette senza fermarsi in porto magari per giorni. Non possono mancare alcuni accessori, se si sceglie di stare in rada con

Aperitivo sul flybridge del Fountaine Pajot Power 67

L’essenziale per mangiare e bere in barca lo trovi qui

  Che sia per un’uscita in giornata, un weekend di mare o una crociera di qualche giorno, bisogna avere a bordo l’essenziale per mangiare in barca. Piatti, pentole, bicchieri, e tanti altri accessori salvaspazio e utili, come il porta bottiglie

Torna su