Pearl 72 è lo yacht (22 m) con 4 cabine e garage tender XL

Pearl 72
Pearl 72

Il Boot di Düsseldorf (21-29 gennaio) sarà l’occasione per il debutto europeo del nuovo Pearl 72. Modello largamente anticipato dal cantiere nasce dalla mano di Bill Dixon, che si è occupato di esterni e architettura navale, mentre gli interni sono di Kelly Hoppen CBE. Al salone nautico tedesco verranno svelati anche alcuni dettagli sul nuovo Pearl 82.

Pearl 72

Questo nuovo modello, il Pearl 72, è tutto votato alla vivibilità di bordo che è massima sia in coperta che all’interno. Basti pensare che a bordo sono presenti quattro cabine doppie (due armatoriali), l’alloggio per l’equipaggio e un tender garage / jet ski. Prima di vedere gli interni nel dettaglio diamo un’occhiata alla coperta.

A bordo del Pearl 72, lungo 22 metri e largo 5.7 metri è stato fatto un uso importante del vetro. L’obiettivo? Dare alla barca un aspetto più moderno sulla falsariga del Pearl 62. Con le finestrature tondeggianti e distribuite su tutta l’imbarcazione si ha l’impressione di una barca leggera e agile, nonostante i 22 metri di lunghezza e il flybridge. Proprio in questa zona l’armatore può scegliere come stare: se al sole, a poppa, o sotto il tettuccio con lamelle regolabili per avere sole e ombra a discrezione.

Pearl 72
Pearl 72

La plancia di comando posizionata sul fly ha due sedute. Il tavolo da pranzo è servito da un wet bar multifunzione, mentre a poppa si può collocare un vasto assortimento di accessori, dalle sdraio mobili a un prendisole fino alla vasca idromassaggio.

Pearl 72 – Coperta

Nel pozzetto di poppa si trova un tavolo con divano e sedie. La sua posizione riparata dal flybridge, ma allo stesso tempo aperta sul mare lo rende particolarmente godibile. Da qui poi si può raggiungere in fretta il beach club, con portellone dotato di sedile ribaltabile e piattaforma da bagno. Il garage ospita un tender William 345 con un ulteriore spazio per una moto d’acqua. Il cantiere promette semplicità estrema per varo e alaggio dei water toys. Ad aumentare lo spazio a disposizione in questa zona ci pensano le piattaforme laterali che si aprono ai lati del garage.

Un’ulteriore area conviviale è ricavata a prua con un divano e prendisole. I meccanismi dell’ancora risultano nascosti, così da dare eleganza a questa zona.

Salone e pozzetto  di poppa comunicano attraverso una grande porta scorrevole azionata elettronicamente. Il salone principale presenta  con divani sul lato sinistro e mobili a dritta. Qui lo spazio per lo stivaggio è stato uno dei focus principali. Verso prua passiamo da un bar a tre sgabelli che unisce la cucina aperta con l’area conviviale. Il tocco di classe finale è il doppio parabrezza di Pearl che ospita la postazione di guida all’interno e la zona dinette.

Una porta opzionale accanto al timone permette l’accesso e l’uscita. Ci sono due scale che portano sottocoperta. La cabina armatoriale di prua ha una scala privata vicino al timone.

Pearl 72 – Interni

A centro barca, la scala principale porta alla zona degli alloggi principali. Curato da Kelly Hoppen CBE utilizza uno stile nuovo con 4 cabine ospiti en-suite. La cabina armatoriale di prua ha un ingresso privato, mentre la cabina armatoriale a centro barca è a tutto baglio. Questo layout permette poi ai proprietari di godere di una vista notevole anche quando ormeggiati a poppa in una marina.

Il cantiere presenta questo yacht come il primo ad offrire “Indulgence”. Il concetto di design per il Pearl 72 è stato quello di creare un interno moderno ed elegante con linee morbide e texture sovrapposte, firma stilistica di Kelly Hoppen.

L’intento del design di questo yacht è stato quello di catturare la vita urbana di New York sull’acqua, migliorando e lavorando con le incredibili caratteristiche meccaniche che sono state realizzate. A bordo è presente una serie di materiali come impiallacciature in legno, marmi onice e dettagli in metallo a contrasto.

Pearl 72 – Motorizzazione

Per motorizzare questo Pearl 72 si può scegliere tra i MAN V12 standard da 1400HP o gli MTU da 1600HP. L’architettura dello scafo del Pearl 72 promette una velocità di crociera di 25 nodi per un’autonomia di circa 250 miglia nautiche e una massima di 32 nodi. Come tutti i Pearl Yachts, il Pearl 72 è dotato di una garanzia di cinque anni.

Per avere maggiori informazioni e contattare il cantiere Pearl Yachts.

Pearl 72 – Layout


Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Pearl 72 è lo yacht (22 m) con 4 cabine e garage tender XL”

  1. Ancora una volta un contenuto molto interessante. Recensioni chiare e ben fatte. Un’informazione appassionante non solo per addetti ai lavori, ma anche per appassionati dello “yachting” e delle barche a motore in generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sei già abbonato?

In evidenza

Può interessarti anche

Levanzo 25 Lilybaeum - Coperta

Sette accessori per migliorare la coperta della tua barca

Migliori accessori 2023 – Sette idee da avere in barca per rinnovare la coperta Sette accessori furbi con cui rivoluzionare la vita in coperta, semplificando le operazioni a bordo non solo durante la crociera. Con questi accessori state certi che

Honda Marine fuoribordo

Honda Marine svela il suo motore fuoribordo 100% elettrico

L’elettrificazione è ormai centrale anche nella nautica e Honda Marine ora svela il suo concept per un fuoribordo elettrico al 100%. Stiamo parlando di un piccolo motore adatto, ad esempio, ad un tender che poggerà sulla tecnologia dell’azienda giapponese. Il background

Torna su