Lomac Turismo 7.0: il gommone sportivo (7 m) per la famiglia

Lomac Turismo 7.0
Lomac Turismo 7.0

Lomac rinnova look e design della sua gamma Turismo, e lancia in anteprima mondiale al 62° Salone Nautico Internazionale di Genova il nuovo Lomac Turismo 7.0. Questo gommone di 7 metri si propone, infatti, come primo di una nuova serie e promette prestazioni inimmaginabili rispetto agli standard del segmento. Performance, ottima tenuta marina, comfort e sicurezza, sono gli elementi su cui si è concentrato il cantiere con questo nuovo Rib Lomac. 

Lomac Turismo 7.0

Nel corso dei prossimi quattro anni Lomac si propone di ridefinire l’intera gamma Turismo con investimenti in ricerca, sviluppo, e design. Nell’attesa però, dal 22 al 27 settembre a Genova, avremo un assaggio di queste promesse con il nuovo Turismo 7.0, motorizzato da un fuoribordo Mercury da 250 Cv per l’occasione.

Lomac Turismo 7.0
Lomac Turismo 7.0

Lomac Turismo 7.0 

Pensato per un utilizzo familiare, il Lomac Turismo 7.0 offre in realtà molto di più, fattore che forse già emerge dal suo design, un look heavy-duty che in parte ricorda il militare. E, paradossalmente, sono proprio queste qualità marine a renderlo ideale per l’utilizzo in famiglia. Progettato dal designer Federico Fiorentino, noto per la sua esperienza nella progettazione di carene performanti, il 7.0 promette appunto di stupire grazie alla sua opera viva, e per conseguenza, alla sua eccellente vivibilità in coperta. Estremamente performante, con ruota di prua verticale, è un progetto che punta sull’essere confortevole e asciutto in ogni condizione marina. Il design recupera linee decise e con bordo libero alto per avere maggiore protezione, aumentando così non solo il comfort effettivo, ma anche la sicurezza in eventuali condizioni di mare difficile.

Lomac Turismo 7.0
Lomac Turismo 7.0

Lomac Turismo 7.0 – Coperta

In coperta invece, un classico approccio mediterraneo, con vivibilità e comodità al centro. In appena sette metri infatti, Lomac riesce a condensare un doppio prendisole prodiero, una seduta a prua della consolle, e un prendisole poppiero trasformabile in dinette, con tavolo centrale e sedute a “C” per 6/8 ospiti a bordo. Molto promettenti anche le sedute in timoneria, dall’ergonomia contenitiva, ideale per la navigazione anche su mare formato. Infine, oltre gli spazi poppieri, intorno al motore, che garantiscono una sorta di ‘area bagno’. Apprezzabile anche la posizione della console, avanzata oltre il centro barca, così da spostare i pesi verso prua a favorire la condizione di planata. 

Lomac Turismo 7.0
Lomac Turismo 7.0

Complessivamente promettente, il Lomac Turismo 7.0 debutterà quindi con il Salone Nautico Internazionale di Genova, questo settembre 2022, e sarà disponibile in due versioni: una più mediterranea, con i toni del bianco e del grigio, ed una seconda più nordica, con tonalità più scure.

Lomac Turismo 7.0
Lomac Turismo 7.0 nella versione a tinte chiare

Doi De Luise


NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Aquila 54 è catamarano (16 m) XL con fino a 10 posti letto

A inserirsi nel vivace mercato dei multiscafo a motore, arriva anche il nuovo Aquila 54 Yacht, un catamarano particolarmente versatile in grado di strizzare l’occhio al mondo dei super-yacht. Frutto del lavoro svolto dall’omonima Aquila Boats, questo 54 piedi è

Queste 5 barche sono perfette per vivere a bordo (da 15 a 20 m)

Il richiamo dei grandi spazi aperti, quell’ideale abbandono delle città e della vita frenetica, sembrerebbe essersi fatto più che mai forte. Sogni e fantasie che sempre più spesso si trasformano in realtà, complici le crescenti opportunità di smart-working e il

Torna su