Enea è il nuovo catamarano elettrico (6 m) che parla italiano

Enea e-catamaran
Enea e-catamaran

Il mercato dei catamarani a motore ha visto un’evoluzione incredibile, anche verso dimensioni più contenute rispetto ai grandi cruiser.

Da Londra, ma con nome e progettista italiano, arriva Enea E-Catamaran, un progetto personale di multiscafo nato dalla mano di Sebastiano Canto, velista e yacht designer che vive a Londra, dove è parte dello studio Vitruvius Yachts, rappresentato dal noto designer Philippe Briand

Enea E-Catamaran

L’idea era quella di creare una barca efficente, non particolarmente veloce, ma comoda e dal layout intelligente. I catamarani, per via della loro forma, hanno un attrito ridotto e, quindi, hanno minori consumi rispetto ad un monoscafo.

Enea e-catamaran

In questo caso ne consegue che anche le batterie siano più piccole con risvolti positivi sia sul prezzo del pacco propulsivo che sul comportamento in acqua. Un’idea che richiama la visione del TimeSquare 20 di Frauscher, ma su linee estetiche e tecnologia propulsiva differenti.

Enea E-Catamaran – Progetto

Il background da velista del suo progettista, Sebastiano Canto, emerge subito dal lavoro sulla distribuzione dei pesi di bordo. A prua, in particolare, ci sono due aperture sul bordo libero che permettono di ridurre sia il peso che la resistenza laterale al vento, fungendo da “via di fuga” per la pressione del vento quando l’abbiamo al traverso.

Enea e-catamaran
Enea e-catamaran

Questo agevola sicuramente in fase di ormeggio dell’imbarcazione, ma è anche esteticamente accattivante. Tutto questo, stando al progetto, senza pregiudicare la tenuta al mare. In effetti la forma della prua, che rende vivibile l’Enea E-Catamaran per tutta la sua lunghezza, sembra creare anche una protezione sull’area circostante.

Enea E-Catamaran – Layout

Com’è fatto Enea? Come una barca a motore da giornata di sei metri “pura”, con una console centrale, un prendisole modulabile a isola a poppa, che si trasforma anche in tavolo per quattro persone.

Enea e-catamaran
Enea e-catamaran

Una seconda zona relax è stata ricavata a prua e sfrutta tutto il baglio e la lunghezza della barca. A poppa c’è una piattaforma fissa con scaletta rimovibile, pensata proprio per sfruttare anche da questo lato dell’imbarcazione tutto lo spazio a disposizione.

La forma particolare e la configurazione consente poi di avere un’importante capacità di stivaggio a bordo. Non ultimo è anche possibile installare un frigorifero ed un piccolo piano cottura in murata.

Enea E-Catamaran – Motori elettrici

Un catamarano è difficile da governare? Di solito non troppo, bisogna farci un po’ la mano e capire come gestire due motori così distanti, in particolare in manovra. Niente di impossibile, comunque. Nel caso di Enea E-Catamaran, però, non è sbagliato dire che potrebbe essere pure più facile. I due Harmo Yamaha da 3,4 kW sono due rim drive e godono di una mobilità assoluta in particolare collegati al joystick di controllo di Yamaha. Ormeggiare diventarà quindi un gioco da ragazzi senza nemmeno dover toccare il timone.

A livello velocistico, lo dicevamo prima, qui si va piano. La velocità di punta si aggira intorno agli 8 nodi con circa 10 cavalli di spinta.

Enea E-Catamaran – Scheda tecnica

Lunghezza Fuori Tutto (LOA) 6.5 m
Lunghezza al galleggiamento 6 m
Baglio Massimo 2.5 m
Pescaggio 0.38 m
Peso 850 kg
Contatti: info@sebastianocanto.com

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sei già abbonato?

In evidenza

Può interessarti anche

Galeon 440 Fly al boot di Düsseldorf 2023

Galeon presenta al boot di Düsseldorf il nuovo 440 Fly

Galeon Yachts, cantiere polacco, oggi tra i più importanti costruttori al mondo, con oltre 1400 dipendenti e uno stabilimento di 36 000 metri quadri, ha presentato al boot Düsseldorf il suo nuovo 440 Fly. Fondato nel 1982, Galeon consolida con

Torna su