Emergenza in barca, 8 accessori da avere sempre a bordo

Ecco quello che serve per prevenire e gestire le situazioni critiche in barca, perchè la sicurezza non è mai troppa. Piccoli accorgimenti che possono diventare essenziali in situazioni di emergenza e impreviste. Semplici, geniali, indispensabili.

8 accessori per la sicurezza in barca


 

Sacca Pronto Soccorso / Tabella D

Obbligatoria per la navigazione da diporto oltre le 12 miglia, la sacca stagna di pronto soccorso è realizzata in accordo con il D.M. 1/10/2015 in vigore dal 18/01/2016. La sacca è la nuova alternativa alla valigetta: facilmente stivabile, trasportabile, comoda e economica. Clicca qui

Sacca Pronto Soccorso Tabella D

 


 

Dr Sails

Un adesivo bicomponente a base epossidico ideale per ogni tipo di riparazione a bordo, veloce, immediata, e sicura. Il suo utilizzo è dedicato a riparazioni di vele e materiali com metalli, legno, compositi e plastica. Si asciuga in una ventina di minuti e regge 200 kg/cm2. Clicca qui

Dr Sails

 


 

Plastimo / Coni turafalla

I classici coni turafalla da usare come tappi di emergenza che non devono mai mancare a bordo. Questi, prodotti da Plastimo, sono in legno e sono disponibili in kit che copre varie misure. Clicca qui

Coni turafalla

 


 

Maus / Estintore al potassio

Compatto e sicuro e di soli 480 grammi di peso, l’Estintore MAUS Aerosol garantisce capacità di spegnimento paragonabile a quelle di un estintore tradizionale di 2 chilogrammi (9 – 10 secondi d’utilizzo). Certificato RINA (CSST 9203) e CE quale estintore per barche da diportoè ammesso quale equipaggiamento d’emergenza. Clicca qui

Estintore al potassio

 


 

Odeo Flare / Laser flares

Il primo fuoco a mano di segnalazione che utilizza la tecnologia laser che evita i rischi di bruciature. Garantisce una durata di 5 ore. Clicca qui

Laser flares

 


 

Raw Pro / Lampada frontale

La RAW Pro di Exposure Light è una torcia frontale disegnata specificatamente per contrastare gli effetti dell’ambiente marino. Impermeabile fino a 2 metri sott’acqua, è dotata di una strobo visibile a miglia di distanza. Clicca qui

Lampada frontale

 


 

Seabung

Prese a mare e valvole, se si rompono in navigazione, rischiano di fare danni davvero grossi. Se dovete eseguire una riparazione d’emergenza in mare, potete utilizzare il pratico Seabung. Si tratta di un’asta in gomma flessibile “Made in England” da infilare nelle tubature, che ha alla sua estremità un “ombrello” che sigilla la presa e impedisce all’acqua di entrare. Clicca qui

Seabung

 

CruzPro / Gas detector GD20

Gas detector economico completo di sensore remoto in grado di rilevare i vapori del carburante: manda un allarme quando i vapori superano il 25% della concentrazione necessaria per un’esplosione. L’allarme continua a suonare fino a che il livello di concentrazione sarà pericoloso. Clicca qui

Gas detector GD20

 


 

👇SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DI BARCHE A MOTORE 👇

Interviste, prove di barche, webinar. Tutto il mondo delle barche a motore, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

👇 NON PERDERTI I MIGLIORI ARTICOLI! 👇

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Aquila 54 è catamarano (16 m) XL con fino a 10 posti letto

A inserirsi nel vivace mercato dei multiscafo a motore, arriva anche il nuovo Aquila 54 Yacht, un catamarano particolarmente versatile in grado di strizzare l’occhio al mondo dei super-yacht. Frutto del lavoro svolto dall’omonima Aquila Boats, questo 54 piedi è

Queste 5 barche sono perfette per vivere a bordo (da 15 a 20 m)

Il richiamo dei grandi spazi aperti, quell’ideale abbandono delle città e della vita frenetica, sembrerebbe essersi fatto più che mai forte. Sogni e fantasie che sempre più spesso si trasformano in realtà, complici le crescenti opportunità di smart-working e il

Torna su