Ecco come trovare l’elica ideale per il vostro motore

elica
Un modello di Italian Propellers

Non c’è niente di meglio che mettere la barca in acqua e provare, questo vale sia che si tratti di un fuoribordo, di un entrofuoribordo o di un asse elica entrobordo.

La barca deve essere nelle condizioni ottimali, quelle che ogni diportista dovrebbe sempre puntare ad avere: quindi carena pulita, un equipaggio contenuto, benzina quel che basta, carico ben distribuito.

Altro elemento importante sono i trim (ed eventualmente i flap), che devono essere assolutamente neutri e anche le condizioni di mare (o di lago) è necessario siano calme o solo leggermente mosse.

È importante conoscere il regime massimo di rotazione del motore in prova.

Anche i calcoli a tavolino aiutano a scremare il numero di alternative. Per esempio sappiamo che ogni pollice in più di passo corrisponde a circa 200 giri di motore, quindi un passaggio da un’elica di 17” a una di 19” si perdono mediamente dai 300 ai 400 giri.

Ci stiamo concentrando sulle eliche e, quindi, diamo per scontata la corretta esecuzione di un abbinamento altrettanto importante: quello tra motore e scafo e, in particolare, l’altezza e la relativa immersione del piede in acqua. Consideriamo che a ogni foro in meno del supporto (quindi con l’elica più immersa, Ndr) si perdono mediamente 100 giri del motore. Attenzione però a non montarla troppo in alto, ne guadagnano le prestazioni ma poi in virata il rischio di cavitare è in agguato.

L’elica giusta per ogni esigenza

Ci sono altre tipologie di utilizzo che richiedono eliche mirate, per esempio lo sci nautico necessita di accelerazioni brucianti per far uscire lo sciatore dall’acqua. In questo caso sono consigliabili eliche a quattro pale con un passo più contenuto e poco importa se al regime massimo si rischia il fuorigiri.

Se invece l’obiettivo è il lento moto per la traina, si preferirà un passo corto che consente, senza intervenire sul minimo del motore, di navigare lentamente, anche se poi c’è il rischio di andare in fuorigiri quando si cerca la velocità.

Navigate solo crociera tranquilla con la famiglia, quindi tanto peso e poca velocità? Monterete un’elica che privilegia le prestazioni a medi regimi. Siete appassionati di pesca d’altura? Opterete allora per un modello più performante che massimizza le prestazioni.


 

DIAMETRO

È la circonferenza del “cerchio” alle punte delle pale ottenuto con la rotazione dell’elica. Il diametro di ogni modello di elica è determinato dalla sua progettazione e dalla sua applicazione prevista.

Un diametro maggiore spinge più acqua e le pale raggiungono più profondità, quindi un diametro grande è tipicamente utilizzato per le grandi imbarcazioni pesanti.

Un diametro minore viene normalmente utilizzato su imbarcazioni più leggere, in cui l’elica opera meno in profondità nell’acqua o quando è desiderato un incremento di giri motore. Nell’ambito di una gamma specifica di elica, all’aumentare del diametro il passo generalmente diminuisce.


 

PASSO

È la distanza che un’elica percorrerebbe in un giro completo se viaggiasse attraverso un solido.

L’elica giusta consente al motore, con un carico normale/pesante, di toccare la porzione superiore della gamma di giri massima indicata dal costruttore senza superarla. Un passo minore avrà più accelerazione e “potenza di spinta”, ma un’inferiore velocità massima. Un passo maggiore offrirà meno accelerazione, ma più potenziale di velocità di punta.


 

ANGOLO DI ATTACCO

È l’angolo delle pale rispetto all’asse elica ed è espressa in gradi.

Un alto angolo è più adatto per motori con montaggio alto e riduce la ventilazione e aumenta il sollevamento della poppa, ma se è troppo alto può influire negativamente su prestazioni, maneggevolezza e sforzo al motore.

Un basso angolo provoca meno sforzo sul motore e una migliore accelerazione con un regime di giri maggiore alla massima potenza.

Utilizzato su imbarcazioni più leggere, in cui l’elica opera meno in profondità nell’acqua o quando è desiderato un incremento di giri motore. Nell’ambito di una gamma specifica di elica, all’aumentare del diametro il passo generalmente diminuisce.


 

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Ecco come trovare l’elica ideale per il vostro motore”

  1. Pingback: Ecco come trovare l’elica ideale per il vostro motore | Marcel Pol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Apreamare Gozzo 35 - Walkaround

Questi sono i 9 walkaround top del 2022 (da 9 a 15 m)

Chi vuole una barca aperta oggi non può non confrontarsi con i walkaround. Hanno le coperte più vivibili del mercato, sono pensate per chi ama stare intere giornate a bordo tra relax e momenti conviviali, ma non solo. Sottocoperta alcune

Torna su