Il ritorno dei Donzi

Donzi 38 zrc
Donzi 38 zrc

Donzi riparte e punta il mercato internazionale con Spencer Ship Monaco. Dal nuovo stabilimento di Washington, in North Carolina, l’obiettivo di uno di brand più famosi nati nella ThunderBoat Row è ora riprendere quota in tutto il mondo.

Primo appuntamento? Il FLIBS, il Fort Lauderdale International Boat Show, in programma dal 26 al 30 ottobre 2022.

C’era una volta (e in realtà c’è ancora) la celeberrima ThunderBoat Row, al secolo 188th Street, Miami. Da qui sono usciti moltissimi scafi top dell’offshore, a partire dal genio di Don Aronow. Formula, Cigarette, Magnum e Donzi. Tutti marchi che hanno conquistato il mondo e che occupano un posto speciale nell’immaginario di chi ama la velocità sull’acqua.

Oggi Donzi riparte da Spencer Ship Monaco che supporterà il brand nella vendita, nello sviluppo, nell’assistenza e nella logistica i Donzi sulla scena internazionale.

Il rilancio di Donzi Marine

Oggi Donzi è di proprietà di Fred Ross, intenzionato a rilanciare fortemente questi motoscafi. Per farlo ha reclutato un veterano di questo mercato così particolare: Craig Barrie, già direttore generale del Cigarette Racing Team. “Ho scelto di affidarmi a Craig perché ha la migliore conoscenza dei marchi Don Aronow” dice Ross aggiungendo che Barrie ha in mano il timone per raggiungere tutti gli obiettivi prefissati.

Donzi, senza dubbio, tra le imbarcazioni veloci è ancora un nome molto forte. Il momento positivo della nautica è un’ottimo incentivo per dare concretezza al progetto.

Donzi
Donzi

Donzi è stata fondata nel 1964 ed è conosciuta come una leggenda nel settore delle imbarcazioni a motore e da diporto ad alte prestazioni. Con quasi 60 anni di storia, l’originale è nata da Don Aronow, leggenda (sia come pilota che come imprenditore) dell’offshore tra gli Sessanta e gli anni Ottanta. Oggi Donzi utilizza tutta la sua esperienza per rilanciare il suo marchio e la sua fama sul mercato mondiale.

La nuova rete Donzi

Per tornare in auge le idee sono chiare. La base è data dal retroterra del cantiere, un patrimonio che verrà conservato e sviluppato. Al contempo sarà necessaria la creazione di una rete adeguata che conosca questo tipo di imbarcazione sia nella vendita che nel post-vendita, cruciali in eguale misura tra le barche.

In questo senso un’altra figura fondamentale è Craig Spencer Harvey, fondatore e amministratore delegato di Spencer Ship Monaco. Per anni l’azienda ha distribuito Donzi e “venduto centinaia di unità in tutto il mondo attraverso una rete di fantastici agenti e importatori ad armatori e diportisti entusiasti in passato” commenta Spencer Harvey.

Perché Donzi? Sempre l’AD risponde: “Tutti amano l’aspetto di Donzi sull’acqua! Sono divertenti, veloci e incredibilmente progettati e ingegnerizzati. Quando si dice a qualcuno che si possiede un Donzi, non sono necessarie ulteriori spiegazioni”.

La gamma Donzi oggi

La gamma attuale è composta da tre modelli: 22 Classic; 41 GTZ, 38 ZRC. L’approccio di Barrie prevede di modernizzare l’attuale Donzi 38 ZRC, il 38 piedi center console e il 29 piedi ZR Sportboat. A questi si aggiungeranno tre nuovi modelli nei prossimi due anni.

La storia di Donzi

Abbiamo parlato del presente, ma le radici di questo storico brand affondano nel passato di quasi sessant’anni.

Gli anni ’60 erano tempi duri e difficili per l’offshore. Il design del fondo a V e la tecnologia di costruzione delle imbarcazioni in vetroresina erano ancora in fase di sviluppo e i percorsi in oceano estenuanti, centinaia di miglia attraverso mari pericolosi, spesso mettevano in difficoltà piloti e imbarcazioni.

A quei tempi i nomi più importanti delle corse sembravano condividere un unico indirizzo: NE 188th Street a North Miami PL. La chiamavano “Thunderboat Row” e il campione del mondo di corse Don Aronow era il mattatore della scena. Dopo i Formula, Cigarette, Magnum, nel 1963 nacquero i Donzi. I primi erano barche corsaiole da oceano di 28 piedi e non ci misero molto a farsi un nome nella Miami – Key West e nella Miami – Nassau del ’63 e del ’64.

Motore Donzi D38 ZRC
Donzi D38 ZRC

Nel 1964 Aronow fece debuttare il suo primo Donzi “Sweet 16“, un’imbarcazione con uno stile distintivo a basso profilo e carena collaudata in gara. Questa barca sarebbe servita come base per i modelli Donzi degli anni a venire. Quando Aronow vendette al conglomerato di accessori per la nautica Teleflex, la reputazione di imbarcazione veloce e dalle linee al top era ormai consolidata.

Teleflex mantenne la rotta tracciata da Aronow, introducendo varianti da 14 e 18 piedi dell’originale Sweet 16. Nel 1967 due ex dirigenti di Teleflex, John e Tim Chisholm, acquistarono Donzi e iniziarono ad ampliare la gamma. Tra i modelli introdotti durante la loro gestione figurano il Criterion e il Corsican, modelli ancora oggi apprezzati dagli appassionati.

Nel 1985, l’ex presidente di Chris Craft Dick Gent, Jack Staples e Gordon Houser acquisirono Donzi, con l’obiettivo di aumentare la produzione. Poi l’azienda lasciò Miami a favore di Sarasota, vennero introdotti molti nuovi modelli e la produzione aumentò fino a quasi 400 barche all’anno. In questo periodo viene creata la linea di imbarcazioni ad alte prestazioni Donzi “Z”, con lo Z-33 Crossbow, un cult degli anni Ottanta.

Donzi D38 ZRC

Nel 1988, il conglomerato dell’industria nautica OMC prese il controllo, con l’obiettivo di trasformare Donzi in una vera e propria produzione di massa. Sfortunatamente questo avvenne forse nel momento peggiore, poiché le vendite di imbarcazioni stavano attraversando un periodo di declino senza precedenti. Nel 1993 intervenne American Marine Holdings. Il presidente e amministratore delegato Lee Kimmell stabilì un piano chiaro per riportare il marchio all’antico splendore. Mise insieme un nuovo team composto da alcune delle migliori e più brillanti menti del settore. Iniziando un’ambiziosa campagna di sviluppo di nuovi prodotti, il nuovo team di progettazione Donzi lanciò una nuova linea di imbarcazioni ad alte prestazioni ZX, tra le prime ad avere carena steppata.

Per maggiori informazioni: Spencer Ship Monaco


NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI


Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Apreamare Gozzo 35 - Walkaround

Questi sono i 9 walkaround top del 2022 (da 9 a 15 m)

Chi vuole una barca aperta oggi non può non confrontarsi con i walkaround. Hanno le coperte più vivibili del mercato, sono pensate per chi ama stare intere giornate a bordo tra relax e momenti conviviali, ma non solo. Sottocoperta alcune

Marina Fiera Salone Nautico Genova

Questo sarà il nuovo marina di Genova secondo Renzo Piano

L’area del Salone Nautico di Genova cambia faccia. Nel capoluogo ligure sta nascendo uno dei Marina più belli d’Italia che sulla scia dei marina spagnoli come Barcellona e Valencia punta a ritagliarsi un ruolo di primo piano nel Mediterraneo. Per

Torna su