Come cambiare la bandiera alla barca nel 2023

Cambiare la bandiera alla barca nel 2023 passando a bandiera polacca o bandiera slovena? Si potrà ancora fare nel nuovo anno. Ecco i passaggi, documenti e costi per cambiare bandiera alla barca Italiana.

Come cambiare bandiera alla barca nel 2023

Del fenomeno di cambio bandiera alla barca, ne abbiamo già parlato  nell’articolo Perché gli italiani immatricolano le barche con bandiera polacca e slovena,  e in sostanza le ragioni sono: meno burocrazia, costi e tempi certi una tantum, nessuna scadenza certificato di sicurezza, e la possibilità di fare tutto online. Cambiare bandiera alla barca è facile se ci si rivolgere a una agenzia marittima specializzata in bandiere estere. I passaggi chiave sono:

  • Dismissione della bandiera italiana
  • Scelta della bandiera estera e dell’agenzia
  • Cambio bandiera in polacca o slovena, invio dei documenti
  • Ottenimento della licenza e bandiera estera, e della licenza radio.

🇮🇹 Dismissione della bandiera italiana


La cancellazione dal registro imbarcazioni da diporto
, è il prerequisito per cambiare bandiera alla barca e poter iniziare  l’immatricolazione presso un altro stato. Occorre rivolgersi a uno sportello STED (presso agenzie marittime convenzionate, uffici marittimi e uffici della motorizzazione), ed è anche bene preventivamente contattare l’assicurazione della barca.   Il codice della Nautica, parla chiaro: Il proprietario che mantenendo la proprietà, intende cancellare la barca dall’Archivio telematico centrale delle unità da diporto (ATCN) per l’iscrizione nei registri di un paese estero,  deve presentare la richiesta Cancellazione definitiva dai registri, tramite lo Sportello telematico del diportista (STED), al conservatore unico (UCON) e deve ricevere il nulla osta alla dismissione di bandiera da parte dello stesso. Occorrono i documenti originali della barca, (licenza di navigazione) che verranno ritirati dallo Sportello. Ai sensi della legge, Il conservatore unico (UCON), effettua l’accertamento previsto dall’Art 15 della legge 26 luglio 1984, n. 413, relativa all’avvenuto pagamento dei  crediti contributivi per l’equipaggio e rilascia comunque il nulla osta alla dismissione di bandiera entro trenta giorni dal ricevimento della richiesta.  

Quanto costa togliere la bandiera italiana alla barca

Le nuove  tariffe STED per Cancellazione definitiva dai registri su richiesta del proprietario dell’imbarcazione con rilascio estratto rid prevedono un costo di 23,50 più 32 euro di marca da bollo, più bollettino da 9,50 per il costo dell’operazione se effettuata presso uffici marittimi. Se la barca non è ancora presente nel registro telematico ATCN, la procedura potrebbe esser un po più lunga e costosa.


Scegliere bandiera polacca o slovena per la barca


Polonia e Slovenia, sono gli unici stati EU che, anche nel 2023, manterranno la possibilità a non residenti o domiciliati nei rispettivi stati, 
di registrare le imbarcazioni con la propria bandiera. Il Belgio, Francia, Germania, Olanda, le cui bandiere erano le più  richieste negli anni passati, impongono domicilio o residenza dell’armatore. Per gli armatori italiani l’unica alternativa concreta per cambiare bandiera alla barca immatricolata in Italia nel 2023 sono la bandiera polacca o la bandiera slovena.

In tabella,  le differenze tra bandiera italiana, polacca e slovena. Costi indicativi approssimati per una imbarcazione a vela di 12metri.

In tabella,  le differenze tra bandiera italiana, polacca e slovena. Costi indicativi approssimati per una imbarcazione a vela di 12metri.

🇮🇹 Italiana 🇵🇱 Polacca 🇸🇮 Slovena
Tempi
Immatricolazione
Minimo 20 Giorni lavorativi, ma molti utenti riferiscono di almeno 40 giorni, con notevole burocrazia.
Licenza radio VHF da gestire a parte rispetto alla immatricolazione.
Dai 3 ai 7 giorni per la licenza provvisoria,
Licenza definitiva dopo circa 30 gg.
Licenza Radio VHF si ottiene online dopo l’immatricolazione.
3 settimane circa per la licenza definitiva
Rinnovi e tasse Certificato di sicurezza da rinnovare
ogni 8 anni e poi ogni 5 anni,
spesa per visita e rinnovo sui 450€ più manutenzione.
Licenza radio scade ogni 10 anni.
Nessuna scadenza, visita di controllo o tassa. La licenza ha durata.
Licenza esercizio radio e MMSI scade ogni 10 anni
(circa 300€ rinnovo)
Fisco: Obbligatorio  quadro RW
Rinnovo ogni 5 anni, 260€
Tassa annuale MMSI 50€
Fisco:
Fisco: Obbligatorio  quadro RW
Procedura Attraverso sportello STED,
con documenti originali
e bollettini postali o agenzia. Ottenere Licenza Radio MMSI si fa attraverso Ispettorato Telecomunicazioni, è procedura a parte, occorre circa un mese.
Per nuove barche, si puo fare tutto online con scansione
dei documenti, per barche pre-immatricolate serve certificato cancellazione dal RID
Occorrono documenti
in originale o da spedire, per barche pre-immatricolate serve certificato cancellazione dal RID
Costo
registrazione
Tra  costi STED, bollettini
costi agenzia a licenze VHF
un costo indicativo di almeno 1000€
850€ +300€ per ottenere licenza esercizio
VHF e relativo MMSI
Circa 800 Euro per un 12metri, tariffa in base a lunghezza barca
300€ per ottenere licenza esercizio
VHF e relativo MMSI
Dotazioni Sicurezza In funzione della distanza dalla costa, secondo la Tabella delle dotazioni di Sicurezza Nessun obbligo, “a discrezione del comandante”  Simili a quelle italiane con alcune variazioni

🇵🇱 Come registrare la barca con bandiera polacca


Si può registrare la barca con bandiera polacca facendo tutto online
attraverso le agenzie marittime o siti specializzati.  Per registrare la barca con bandiera polacca occorrono i seguenti documenti:

  • dismissione bandiera italiana (cancellazione RID presso STED)
  • l’atto di vendita (detto bill of sale)
  • documenti di identità dell’armatore
  • le fotografie della targhetta motore
  • la dichiarazione di conformità scafo
  • la dichiarazione di potenza del motore
  • la fotografia del codice CIN applicato sullo scafo
  • la fotografia della targhetta del costruttore.

Per le unità NON marcate CE in alcuni casi servirà anche perizia attestante le dimensioni effettive. Tre nomi per la barca (verra scelto il primo non già assegnato) e la scelta del porto di riferimento in Polonia, ad esempio GDANSK (Danzica).

L’agenzia provverà a inviare i documenti e a farvi avere la licenza di navigazione provisoria in 3-7 giorni, alla avvenuta registrazione definitiva della barca con licenza di navigazione polacca in un mese, sarà possibile ottenere anche il codice MMSI. Molte agenzie offrono anche la traduzione dei documenti.

Prima di issare la bandiera polacca occorre esporre la matricola (numeri targa) su entrambi i lati dell’imbarcazione, con lettere di altezza almeno 10cm, ed è obbligatorio scrivere a poppa  il nome e il porto di registrazione.  Nella dichiarazione dei redditi italiani dovremo compilare il quadro RW indicando la propietà della barca estera.

🇵🇱 La licenza radio VHF con bandiera polacca

Per ottenere la licenza radio VHF con bandiera polacca, servirà inviare online il Certificato di omologazione CE dell’apparecchio radio installato a bordo, e il certificato di radiotelefonista dell’armatore (va bene copia di quello italiano RTF limitato). L’MMSI polacco viene richiesto con un costo aggiunto di circa 25o Euro sul costo di immatricolazione, e richiede circa 4-5 settimane dal ricevimento della licenza di navigazione polacca. Non è prevista la licenza per gli apparecchi VHF portatili (che invece richiedono la licenza in Italia).  La licenza radio VHF con bandiera polacca e MMSI durano 10 anni, poi vanno rinnovati .

Alcune agenzie, offrono la possibilità di richiedere la licenza radio senza certificato RTF menzionando la propria compagnia come operatore di barche per ottenere comunque l’MMSI, senza bloccare la procedura mentre l’armatore ottiene il certificato RTF per poter operare.

🇸🇮 Come registrare barca con bandiera slovena

I documenti necessari per immatricolare la barca con bandiera slovena sono:

  • dismissione della bandiera italiana
  • atto di vendita autenticato
  • dichiarazione di potenza del motore
  • carta di identità
  • fotografie della targhetta motore
  • codice CIN e targhetta CE
  • fotografia dell’intera imbarcazione
  • certificato di omologazione dell’unità con le dimensioni dello scafo (o perizia attestante le dimensioni per barche non CE).

Per la licenza di esercizio del VHF occorre il certificato di omologazione dell’apparato radio. Al nome scelto della barca, verrà tipicamente assegnato il porto di Amsterdam. La licenza di navigazione slovena si ottiene in circa 3 settimane.  Anche in questo caso, nella dichiarazione dei redditi  dovremo compilare il quadro RW.

🦺 Dotazioni di sicurezza con bandiera polacca

Le dotazioni di sicurezza per la bandiera polacca meritano un capitolo perché allo stato attuale non ci sono dotazioni di sicurezza obbligatorie per la bandiera polacca. La scelta delle dotazioni è a discrezione del comandante. (Le dotazioni di sicurezza per la Slovenia sono definite in un elenco molto preciso,  più esteso di quello italiano.)

Le agenzie consigliano, per navigare in Italia con bandiera polacca, di avere a bordo comunque le dotazioni obbligatorie previste dalla la Tabella delle dotazioni di Sicurezza  italiana. La discrezionalità del comandante infatti, non può venir meno alle necessità di garantire la sicurezza a bordo, e dunque non è di fatto vero che “non ci sono dotazioni obbligatorie con la bandiera polacca” Si hanno vantaggi su aspetti burocratici di revisione della zattera, o sulla scadenza dei fuochi a mano, ma è prassiche ci siano a bordo le dotazioni di sicurezza previste dallo stato ospitante. Se navighiamo con bandiera italiana in acque francesi, ad esempio, le dotazioni di sicurezza italiane vanno integrate con le dotazioni di sicurezza francesi.


La patente nautica con bandiera estera

La patente nautica va riferita alla residenza dello skipper, per cui se lo skipper ha residenza Italiana e naviga in Italia, indipendentemente dalla bandiera della imbarcazione, deve avere con se la patente nautica per navigare oltre le 6 miglia della costa con motore superiore a 40,8CV.

Vantaggi e svantaggi con la bandiera polacca o slovena

Lasciando ad ogni armatore la libertà di valutare pro e contro delle varie bandiere, constatiamo che il fenomeno è in continua crescita e cambiare bandiera da italiana a estera per molti diportisti è una soddisfazione che non lascia grandi rimpianti. Ricordiamo anche che bandiera italiana è l’unica che consente di svolgere l’attività di noleggio occasionale, non autorizzato con nessuna bandiera estera. Bene dunque informarsi a priori su come cambiare bandiera alla barca da italiana a estera, per capire come comportarsi anche in futuro, qualora volessimo vendere la barca, per il passaggio di propietà con bandiera polacca o slovena.

Luigi Gallerani


NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

3 commenti su “Come cambiare la bandiera alla barca nel 2023”

  1. Tutto molto chiaro e utile,sono in procinto di acquistare un 46 piedi con bandiera Francese e stavo pensando ad un cambio con quella polacca, vede controindicazioni o problemi?

  2. Ok, per la dismissione e successiva acquisizione di bandiera estera siete stati chiari ed esaustivi. Ma nell’ipotesi, non troppo remota che Polonia e Slovenia cessino di accogliere diportisti italiani delusi, e sia necessaria una reinscrizione ai patri registri? E’ un argomento tabù e dovreste fare luce per buona pace di chi vorrebbe “espatriare”.
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sei già abbonato?

In evidenza

Può interessarti anche

Levanzo 25 Lilybaeum - Coperta

Sette accessori per migliorare la coperta della tua barca

Migliori accessori 2023 – Sette idee da avere in barca per rinnovare la coperta Sette accessori furbi con cui rivoluzionare la vita in coperta, semplificando le operazioni a bordo non solo durante la crociera. Con questi accessori state certi che

Honda Marine fuoribordo

Honda Marine svela il suo motore fuoribordo 100% elettrico

L’elettrificazione è ormai centrale anche nella nautica e Honda Marine ora svela il suo concept per un fuoribordo elettrico al 100%. Stiamo parlando di un piccolo motore adatto, ad esempio, ad un tender che poggerà sulla tecnologia dell’azienda giapponese. Il background

Torna su