Besenzoni per le barche dei record di Fabio Buzzi

besenzoni buzzi

Besenzoni Spa e FB Design, due aziende di punta nel made in Italy, collaboreranno per creare insieme nuove soluzioni tecniche dedicate alle imbarcazioni veloci.

Besenzoni è un’azienda bergamasca che da più di 50 anni progetta e costruisce prodotti per la nautica da diporto e commerciale. L’altra azienda con è FB Design, fondata da Fabio Buzzi, ingegnere meccanico e pilota di motonautica pluricampione mondiale, nel 1971. Fabio Buzzi è ancora alla guida di FB Design, dove in 40 anni ha conquistato svariati titoli a livello mondiale: 52 titoli e 56 record di velocità in tutte le classi esistenti, sia UIM che APBA negli Stati Uniti. L’ultimo è dello scorso marzo quando lo scafo disegnato da Fabio Buzzi e dal suo studio di design ha raggiunto i 277 km/h diventando il diesel marino più veloce del mondo! (FABIO BUZZI E IL DIESEL PIU’ VELOCE DEL MONDO)

L’accordo di collaborazione, già in essere da gennaio 2019, porterà a uno sviluppo congiunto per creare soluzioni per imbarcazioni ad alte prestazioni. In particolare il focus saranno le sedute per imbarcazioni estremamente performanti che, con i rispettivi marchi, verranno proposte sul mercato nel corso del 2019

 “Siamo sinceramente orgogliosi della nuova partnership – commenta Giorgio Besenzoni – con una realtà del calibro di FB Design. Questo prestigioso accordo va nella direzione di offrire al cliente una sempre maggiore eccellenza e attenzione alle sue esigenze, all’insegna di italianità e innovazione.”

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sei già abbonato?

In evidenza

Può interessarti anche

Galeon 440 Fly al boot di Düsseldorf 2023

Galeon presenta al boot di Düsseldorf il nuovo 440 Fly

Galeon Yachts, cantiere polacco, oggi tra i più importanti costruttori al mondo, con oltre 1400 dipendenti e uno stabilimento di 36 000 metri quadri, ha presentato al boot Düsseldorf il suo nuovo 440 Fly. Fondato nel 1982, Galeon consolida con

Torna su