Barche usate: cinque gozzi e lobster eleganti e raffinati

Le barche usate migliori di oggi sono alcuni grandi classici del passato. Ci sono barche nate per la pesca, non quella sportiva, ma di lavoro. E del lavoro in mare si portano dietro tutte le caratteristiche: sicurezza, affidabilità, tenuta del mare, spazio, longevità, facilità di manutenzione.

Barche usate: 5 gozzi e lobster eleganti e raffinati

Che siano le americane lobster (“aragostiere”) o gli italianissimi gozzi, queste barche, anche usate, non sono più utilizzate solamente come mezzi da lavoro dai pescatori, ma con modifiche progettuali che le “ingentiliscono” e impreziosiscono sono diventate delle vere e proprie imbarcazioni per il tempo libero. Oggi il gozzo mediterraneo viene considerato un’imbarcazione raffinata ed elegante.

Dal punto di vista tecnico, oltre alla raffinatezza degli interni, lobster e gozzi hanno beneficiato dell’evoluzione nei materiali di costruzione, che ha reso le imbarcazioni meno soggette all’usura. La costante evoluzione delle carene ne ha ulteriormente migliorato le doti marine.

Oggi il gozzo viene considerato un’imbarcazione raffinata ed elegante. Avendo perso il ruolo originale di barca da lavoro, questa tipologia è stata riscoperta nella nautica da diporto per soddisfare le esigenze di una vasta tipologia di utenti.

Ecco alcuni modelli prodotti negli ultimi anni da alcuni tra i più importanti cantieri specializzati nella costruzione di imbarcazioni classiche.

Apreamare Smeraldo 45

Contemporaneità e passato in un’unica barca. Così si presenta tra le barche usate lo Smeraldo 45, il gozzo del cantiere napoletano Apreamare, che a un design più ispirato allo stile rétro associa grande comfort a bordo.

Un gozzo ispirato al design degli anni ’50, dalla prua un po’ rétro alle linee della tuga più tese e meno arrotondate. Questa è la rielaborazione stilistica creata da Tommaso Spadolini, che ha disegnato gli esterni e gli interni (la carena è invece di Umberto Tagliavini), ma il motivo portante della progettazione è sicuramente il privilegio del comfort e della vivibilità della barca, sia all’esterno che all’interno. La barca è equipaggiata con due Volvo Penta IPS 600 per una velocità massima di circa 28 nodi.

Gli esterni riflettono la possibilità di vivere la barca con i propri ospiti nella massima armonia, grazie ai numerosi divani e alle zone prendisole, al pozzetto parzialmente ombreggiato dal tetto e da un tendalino a scomparsa. Gli accessi sono agevoli e sicuri, come quello diretto dal pozzetto alla plancetta di poppa, attraverso un portello con due scalini.

La progettazione degli interni riflette la stessa attenzione all’ergonomia degli spazi. La cabina armatoriale è a prua ed è dotata di un letto di altezza standard, una cosa inedita nella storia del gozzo sorrentino. Gli ospiti hanno invece due letti larghi 80 centimetri.

Tutte le cabine offrono ampi armadi e spazi di stivaggio. Le finiture riprendono il mogano lucido della classica linea gozzi Apreamare, impreziosito con dettagli in pelle nelle porte e nelle pareti. Altrettanto ben rifiniti sono i bagni, che hanno le pareti decorate con mosaici e i top dei lavelli in marmo. Entrambi i bagni, inoltre, hanno il box doccia separato.

A poppa della cucina, c’è un ulteriore vano trasformabile in base alle varie esigenze: da cabina marinaio a cabina ospiti a spazio per la lavatrice o il frigorifero di riserva.

Scheda tecnica della barca: Smeraldo 45

  • Costruttore: Apreamare
  • LOA: 13,90 m
  • B.max: 4,46 m
  • Dislocamento: 13.400 kg
  • Posti letto: 4
  • Motorizzazione: 2×435 HP
  • Serbatoio acqua: 330 l
  • Serbatoio carburante: 1700 l
  • apreamare.it/

 

Arcoa Mystic 44

Nasce in un cantiere francese, dove storia, arte e tradizione sono di casa. Le barche usate come questa sono delle vere chicche.  Questa lobster unisce grande solidità costruttiva a materiali raffinati. Ha due cabine e tutto è personalizzabile fin nei minimi dettagli.

Ci sono barche che hanno carattere. Le riconosci già in banchina, perché l’occhio, volente o nolente, si fissa su di loro. Considerato l’emblema delle lobster boat “alla francese”, l’Arcoa Mystic 44 rientra a pieno titolo in questa categoria. Nelle linee riconoscibili, nei materiali di pregio si rispecchiano in 70 anni di tradizione di un cantiere che Oltralpe è considerato alla pari degli storici Riva, nonostante le recenti disavventure aziendali.

Anche perché il legno è presente un po’ ovunque, dal pozzetto ai passavanti, fino agli intelligenti e comodi mobili bar esterni. Uno stile un po’ rétro che è largamente personalizzabile e che si abbina a soluzioni tecnologiche di alto livello, come i tavolini incassati nel pagliolato del pozzetto e che si sollevano premendo semplicemente un tasto. La sovrastruttura è sufficientemente alta da dare una sensazione di spazio all’interno, senza appesantire il profilo esterno.

 

Per accedere al pozzetto si apre la sezione centrale dello specchio di poppa, in modo che due divani a L si appoggino allo specchio di poppa e alle due murate. Due mobili bar sono posizionati ai lati dell’ingresso in dinette, dove c’è anche una vetrata in tre sezioni a scomparsa. I passavanti sono comodi sia per larghezza che per protezione. La zona prodiera, ben riparata dall’alta battagliola, ospita un prendisole doppio centrale, che lascia sgombra l’area vicina al musone, semplificando così le manovre di ancoraggio.

 

Un divano a C a dritta con tavolino regolabile in altezza, un secondo divano a due posti a sinistra e la postazione di guida rialzata, compongono il quadrato in coperta, mentre sul ponte inferiore c’è la cucina. Due le cabine e due i bagni previsti, di cui l’armatoriale a prua e la ospiti, con letti separati, a dritta.

 

Scheda tecnica della barca: Mystic 44

  • Costruttore: Arcoa
  • LOA: 13,80 m
  • B.max: 3,95 m
  • Dislocamento: 11.200 kg
  • Posti letto: 7
  • Motorizzazione: 2×435 HP
  • Serbatoio acqua: 470 l
  • Serbatoio carburante:1.600 l

 

Austin Parker AP 36

Un “natantone” che s’ispira alle lobster classiche, ma che ha un design proiettato al futuro. L’eleganza e la cura dei dettagli a bordo sono di livello superiore rispetto a quanto normalmente si trova su barche di questa categoria. Nuovi o come barche usate, gli Austin Parker sono sempre sinonimo di eleganza e classe.

L’Austin Parker 36 è costruito con criteri tipici di imbarcazioni di categoria superiore, ma la barca rimane entro la soglia dei 10 metri, che le consente di rientrare nella categoria dei natanti. Le principali caratteristiche dell’AP 36 sono la zona ormeggio di poppa separata dal pozzetto, il grande portello di accesso alla sala macchine per una comoda accessibilità ai motori, gli ampi vani tecnici che separano i locali motori dalla zona abitabile per migliorare il comfort acustico e la possibilità di installare il sistema Ips di Volvo Penta.

Ci sono poi altri importanti dettagli, poco visibili a prima vista ma molto qualificanti, come l’assenza di giunzioni a vista tra scafo e poppa e il cuscino del prendisole di prua incassato.

L’hardtop può essere dotato di tetto apribile in tela o da una chiusura in cristallo, soluzione che garantisce protezione totale dagli agenti atmosferici, conferendo grande luminosità e ariosità al pozzetto. Qui si trova una cucina interna attrezzata e due ampi divani poppieri a L posizionati lungo entrambe le murate. Un passaggio centrale fra questi due divani garantisce un comodo accesso alla plancetta poppiera, che appare di dimensioni adeguate per poter essere sfruttata per il bagno e il relax sull’acqua.

L’ospitalità sottocoperta è prevista per quattro persone in un open space composto dal letto prodiero e dal vano poppiero che ha un’altra cucetta a due posti. Nel mezzo c’è la dinette e il mobile cucina. Grazie all’accurato studio delle proporzioni e a un attenta disposizione del layout c’è la possibilità di chiudere la zona di prua. Il bagno è ampio e luminoso ed è dotato di box doccia separato.

Scheda tecnica della barca: AP 36

  • Costruttore: Austin Parker
  • LOA: 11,00 m
  • B.max: 3,75 m
  • Dislocamento: 8.000 kg
  • Posti letto: 4
  • Motorizzazione: 2×260 HP
  • Serbatoio acqua: 220 l
  • Serbatoio carburante: 780 l
  • www.austinparker.it

 

SONY DSC

Bani 11,50 Prestige

Un gozzo artigianale tutto in legno che tra le barche usate fa una gran figura. Solo il guscio dello scafo è in vetroresina. Nasce in un cantiere che non persegue i grandi numeri, ma preferisce realizzare pochi esemplari ben curati.

Il Bani 11,50 si è evoluto al punto da essere riprogettato per adattarsi alle trasmissioni IPS, che lo rendono più maneggevole e manovriero. È nata così la versione Prestige con due motori Volvo Penta IPS 500, in grado di far planare la barca in 5 secondi e raggiungere una velocità di punta di 40 nodi. Il tutto con molto comfort, anche in presenza di mare formato.

Questa barca racchiude inoltre la tradizione quarantennale del cantiere nella progettazione di scafi in pregiato materiale naturale, come teak, mogano e ciliegio, che assumono forme e colori diversi a seconda delle richieste degli armatori.

 

In pozzetto il Bani 11.50 Prestige offre un divano incastonato nella struttura in legno. Sotto l’hard top si trova il living, che dispone di un angolo cucina e, sul lato opposto, un secondo divano con tavolo pieghevole e abbattibile. La postazione di guida è a sinistra, con timone in legno e un cruscotto serigrafato che spicca per modernità sul ciliegio della struttura portante.

 

I layout sono vari e possono avere da 2 a 6 posti letto. Quello base prevede, su un pagliolo in mogano e acero, un quadrato con dinette a dritta, trasformabile in letto doppio. Un altro letto, questa volta singolo, è sul lato opposto, accanto a uno dei due bagni. La seconda toilette è adiacente alla cabina armatoriale di prua, che si compone di un doppio letto disposto a “V”, cassetti, mobili con appenderia e oblò.

 

Scheda tecnica della barca: 11,50 Prestige

  • Costruttore: Bani
  • LOA: 11,50 m
  • B.max: 3,75 m
  • Dislocamento: 9.000 kg
  • Posti letto: da 2 a 6
  • Motorizzazione: 2×500 HP
  • Serbatoio acqua: 300 l
  • Serbatoio carburante: 1.000 l

 

Baumarine Lobster 36

Chi ama le lobster e vuole rimanere nell’ambito delle barche usate natanti può trovare nella Lobtser 36 la sua barca ideale, che si trova anche con una variegata scelta di equipaggiamento per la propulsione che può essere a linea d’asse, Ips o ibrida.

Classica nell’essenza ma molto moderna nello stile, la Lobster 36 di Baumarine, un cantiere lombardo specializzato nella produzione di barche ispirate alle antiche aragostiere del Maine. Questa barca, che è un natante, all’esterno rivela una classe particolare, data anche dalla tinta pastello dello scafo.

Oltre ai classici motori accoppiati alle linee d’asse, la Baumarine Lobster 36 può montare anche i Volvo Penta Ips 400 e i propulsori ibridi diesel/elettrici con varie potenze, alimentati da batterie al litio che possono trarre energia anche dai pannelli solari posizionabili sulla sovrastruttura. Il tettuccio ha a prua due sezioni apribili di forma quadrata.

Come le vere barche da pesca, il pozzetto è libero da ingombri, a parte la presenza di un divano a L e di un’altra seduta ad angolo.

Tutta l’area calpestabile si presta quindi a essere utilizzata per le più svariate necessità, come per esempio l’allestimento di una zona pranzo con tavolo e sedie amovibili oppure, perché no, usarlo proprio per allestire un centro preparazione esche e dedicarsi al piacere della pesca sportiva. Due comodi passavanti conducono a prua dove c’è un bel prendisole sempre piacevole per tutti.

Sottocoperta si trovano tre ampie cabine con letti matrimoniali. Quella più grande è ovviamente dedicata all’armatore ed è situata al vertice di prua, con un allestimento che prevede il classico letto centrale e l’armadio. Le due cabine per gli ospiti, invece, sono affiancate a poppa lungo l’asse di chiglia. Il bagno è uno, ma meglio un bagno solo e di buone dimensioni piuttosto che due più piccoli.

 

Scheda tecnica della barca: Lobster 36

  • Costruttore: Baumarine
  • LOA: 11,20 m
  • B.max: 3,50 m
  • Dislocamento: 9.000 kg
  • Posti letto: 6
  • Motorizzazione: da 1×435 a 2×350 HP
  • Serbatoio acqua: 200 l
  • Serbatoio carburante: 620 l
  • www.baumarine.it

Ora non vi resta che sondare il mercato delle barche usate e vedere se c’è quella giusta per voi.

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

 

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Barche usate: cinque gozzi e lobster eleganti e raffinati”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Apreamare Gozzo 35 - Walkaround

Questi sono i 9 walkaround top del 2022 (da 9 a 15 m)

Chi vuole una barca aperta oggi non può non confrontarsi con i walkaround. Hanno le coperte più vivibili del mercato, sono pensate per chi ama stare intere giornate a bordo tra relax e momenti conviviali, ma non solo. Sottocoperta alcune

Torna su